Donazione

Il gruppo Stregoni del Nord si auto finanzia in tutto e per tutto.

I precedenti sportivi non depongono a suo favore...

Purtroppo il nostro caro Premier ha deciso di venire Sabato prossimo in città. Tralasciando il colore e l’appartenenza politica con i relativi risvolti referendari… sono seriamente preoccupato da questa venuta a ciel sereno per gli eventuali risvolti calcistici negativi legati alla nostra squadra.

Perché??? Guagliù… Matteuccio, sportivamente parlando, porta una sfiga pazzesca!!! E Sabato pomeriggio alla stessa ora in cui il nostro Benevento scenderà al Vigorito lui inizierà il suo comizio in un cinema cittadino. Ricordate i suoi disastrosi auguri alle Olimpiadi estive? Per gli atleti che hanno avuto a che fare con Matteo Renzi il probabilissimo podio si è tramutato in disastro sportivo. Prendiamo Nibali. Il ciclista messinese, trionfatore dell’ultimo giro d’Italia, abbracciato e spronato da Renzi a telecamere unificate è miseramente caduto quando ormai stava intravedendo il trionfo, fratturandosi pure una clavicola. Addio medaglia d’oro. Quella che – secondo lo strombazzamento organizzato dalle truppe al seguito di Renzi – avrebbe dovuto essere la numero 200 della storia olimpica italiana. Abbracci e sorrisi e pacche e selfie il Renzi menagramo olimpico li ha dispensati (sempre a telecamere accese) alla nostra portabandiera, la mitica Federica Pellegrini e al suo fidanzato Filippo Magnini. Risultato? Un autentico disastro. Magnini è finito subito fuori in batteria. La Pellegrini, da Atene in poi sempre sul podio, desolatamente quarta nella finale della sua specialità dei 200sl. Un caso? Sarà… E quella che poteva essere un’eccezione ovvero l’argento della Rossella Fiamingo nella spada individuale, è da considerarsi l’ennesima gufata Renziana. Dalle cronache olimpiche abbiamo infatti appreso che la bella Rossella prima della gara sarebbe stata addirittura tempestata di messaggini da Renzi. Messaggi di incitamento, ovvio. Fatto sta che, dopo un percorso netto, la Fiamingo pur in vantaggio per lunga parte della gara, ha ceduto in finale alla rivale ungherese. Un black-out del tutto inspiegabile per una atleta lanciata verso la vittoria dell’oro. Se non con la sfiga.

Tralasciando le Olimpiadi come non ricordare di un Matteo sorridente e festante che si prodiga in abbracci ed auguri con Hillary Clinton a poche ore dal voto americano nel quale tutti i sondaggi  la davano vincitrice? Come è finita…??

Insomma… caro Matteo… qua, nella citta di maghi, streghe e fattucchiere, con una squadra di calcio che dopo un tentennamento ottobrino sta di nuovo viaggiando a mille… vuliss per caso venì a purtà n’atu ppoc e sfiga???

Sient  ammè… vien n’atu juorn… Sabat statt ‘a cas!!

Scugnizzo69

Non hai i permessi per inserire commenti